Il giorno ad urlapicchio

 

 

 

Ci son dei giorni smègi e lombidiosi
col cielo dagro e un fònzero gongruto
ci son meriggi gnàlidi e budriosi
che plògidan sul mondo infrangelluto,

ma oggi è un giorno a zìmpagi e zirlecchi
un giorno tutto gnacchi e timparlini,
le nuvole buzzìllano, i bernecchi
ludèrchiano coi fèrnagi tra i pini;

è un giorno per le vànvere, un festicchio
un giorno carmidioso e prodigiero,
è il giorno a cantilegi, ad urlapicchio
in cui m’hai detto «t’amo per davvero».

Fosco Maraini

 

Mi sono innamorata della Gnosi delle Fanfole.  E’ un esperimento linguistico di Metasemantica di Fosco Maraini. E’ una tecnica linguistica che prevede l’utilizzo delle regole sintattiche e grammaticali della lingua italiana, ma il ricorso a parole prive di referente alle quali possiamo attribuire significati arbitrari. Mi piace proprio questa mancanza di riferimenti 🙂

Esiste una raccolta di Gnosi delle Fanfole con musica di Stefano Bollani.

 

Don’t worry if you don’t understand, you are right! It is a linguistic experiment, a literary tecnique theorized and used by Fosco Mairaini. 

 

 

La lingua amata

  scrivere-un-libro-autobiografico-e1358352829666

 

 

Thomas Mann fa pronunciare al protagonista del romanzo Confessioni del cavaliere d’industria Felix Krull una specie di dichiarazione d’amore per l’italiano: «Son veramente innamorato di questa bellissima lingua, la più bella del mondo. Ho soltanto bisogno d’aprire la mia bocca e involontariamente diventa il fonte di tutta l’armonia di quest’idioma celeste. Sì, caro signore, per me non c’è dubbio che gli angeli nel cielo parlano italiano. Impossibile d’immaginare che queste beate creature si servano d’una lingua meno musicale». Naturalmente la definizione dell’italiano come lingua degli angeli riflette un’idea tradizionale e stereotipata, che Mann ripropone con una buona dose di ironia; tuttavia vale la pena di interrogarsi sulle ragioni che hanno contribuito a radicare nell’immaginario collettivo della cultura occidentale un così lusinghiero luogo comune. Tanto più apprezzabile in tempi avari di altre gratificazioni

Scrivere in italiano

Ides of March

 

 

LE IDI DI MARZO

tu quoque, Brute, fili mi?

Il 15 marzo del 44 a.C.  Gaio Giulio Cesare fu assassinato a Roma e per i Romani questa data costituiva le idi di marzo. Fu ucciso da una congiura di circa sessanta senatori custodi della tradizione repubblicana che temevano la fine della Repubblica e che  Giulio Cesare potesse nominarsi Re di Roma. Tra di loro anche senatori spinti da dissidi personali o invidia o rancore.  Tra i cospiratori c’era anche Bruto, figlio di un’amante dello stesso Cesare. Giulio Cesare fu assassinato a Torre Argentina, nella parte inferiore in quella che allora era la Curia di Pompeo.

Assassination of Julius Caesar

La parola del giorno

 

 

commiato (ant. comiato) s. m. [lat. commeatus -us, der. di commeare «avviarsi»].

1.

a. Permesso di partire, licenza, congedo: chiedere c.; dare c., licenziare, consentire a uno di andarsene; prendere c., congedarsi da qualcuno.

b. La separazione stessa, e il modo, i saluti con cui ci si lascia: al momento del c.; fu un triste commiato.

2. Parte finale della canzone antica o petrarchesca (in cui il poeta prende congedo dal componimento: ed è perciò anche detto congedo); anche, più genericam., finale di uno scritto, di un’opera in versi o in prosa.

Treccani

Let’s have breakfast!

HAPPY SUNDAY MORNING!

What better day to enjoy a typical Italian breakfast?

If you are in Rome you have

cornetto-e-cappuccino

Cappuccino e Cornetto

While in Naples 

caffèsfogliatella

Caffè e Sfogliatella riccia

In Sicily

colazione-sicilia

Granita e Brioche siciliana

last but not least, in Alto Adige you need energy to go skiing or trekking

colazionefatoria

Colazione in malga 

Which one do you prefer? 😉

Lezioni Americane

 

Incipit

Dedicherò la prima conferenza all’opposizione leggerezza-peso, e sosterrò le ragioni della leggerezza. Questo non vuol dire che io consideri le ragioni del peso meno valide, ma solo che sulla leggerezza penso d’aver più cose da dire.
Dopo quarant’anni che scrivo fiction, dopo aver esplorato varie strade e compiuto esperimenti diversi, è venuta l’ora che io cerchi una definizione complessiva per il mio lavoro; proporrei questa: la mia operazione è stata il più delle volte una sottrazione di peso; ho cercato di togliere peso ora alle figure umane, ora ai corpi celesti, ora alle città; soprattutto ho cercato di togliere peso alla struttura del racconto e al linguaggio.

 

Six Memos for the Next Millennium

 

Lezioni Americane, sei proposte per il prossimo millennio è un libro scritto in seguito ad un ciclo di sei Lezioni tenute da Italo Calvino all’Università di Harvard nell’ambito delle “Poetry Lectures”.

Ogni lezione prende spunto da un valore della letteratura che Calvino considerava importante e che considerava alla base della letteratura per il nuovo millennio. L’ordine delle lezioni non è casuale; segue infatti una gerarchia decrescente; si comincia dalla caratteristica più importante (la leggerezza) e si procede con la trattazione di quelle meno essenziali.

  1. Leggerezza
  2. Rapidità
  3. Esattezza
  4. Visibilità
  5. Molteplicità
  6. Coerenza (solo progettata)

 

Six Memos for the Next Millennium is a book based on a series of lectures written by Italo Calvino for the Charles Eliot Norton Lectures at Harvard, but never delivered as Calvino died before leaving Italy.  The memos are lectures on the values of literature which Calvino felt were important for the coming millennium. At the time of his death Calvino had finished all but the last lecture.

The values which Calvino highlights are:

  1. Lightness
  2. Quickness
  3. Exactitude
  4. Visibility
  5. Multiplicity

 

Italo Calvino was an Italian journalist and writer of short stories and novels. His best known works include the Our Ancestors trilogy (1952–1959), the Cosmicomics collection of short stories (1965), and the novels Invisible Cities (1972) and If on a winter’s night a traveler (1979).

Lionised in Britain and the United States, he was the most-translated contemporary Italian writer at the time of his death, and a noted contender for the Nobel Prize for Literature.

(Wiki)